Nel 2014 delsa ha ampliato la propria gamma di prodotti attraverso l’acquisizione di Tampograf, storica azienda operante nel settore delle macchine tampografiche dal 1968.
Con questa acquisizione delsa è ora in grado di proporre al cliente sia i modelli classici di macchine tampografiche rilevate da Tampograf sia l’integrazione di teste tampografiche sulle proprie macchine automatiche.
Alla costruzione di macchine tampografiche si affianca la fornitura degli accessori legati alla tampografia, quali:
• tamponi in silicone;
• cliché in fotopolimero;
• bromografi per la fotoincisione di cliché;
• inchiostri, catalizzatori e diluenti.

Cos'è la tampografia?


I principali vantaggi offerti dalla tampografia rispetto ad altre tecniche di decorazione sono i seguenti:
• flessibilità: selezionando la forma corretta di tampone è possibile decorare particolari anche con sagome molto complesse e irregolari. Inoltre la tenuta della decorazione sul materiale da stampare dipende unicamente dalla scelta della vernice adatta. Con la stessa tecnica è quindi possibile decorare articoli in plastica, vetro, ceramica, legno, metallo ecc;
• velocità di asciugatura della vernice: grazie allo spessore ridotto dello strato di vernice trasferita, l’asciugatura avviene in tempi brevissimi ed è quindi possibile trasferire grafiche a più colori anche con una serie di stampate consecutive, senza pause intermedie di asciugatura;
• possibilità di trasferire grafiche in quadricromia: eseguendo 4 stampate consecutive con i colori base CMYK, è possibile ottenere grafiche sfumate che riproducano qualsiasi tipo di immagine;
• minori interventi richiesti all'operatore: la vernice infatti non è esposta all'aria, ma chiusa all'interno di una tazza ermetica. Ciò consente di incrementare i tempi di lavoro dopo la preparazione della vernice, evitando rabbocchi e diluizioni frequenti.

Le macchine classiche Tampograf prodotte da delsa sono di tipo semi-automatico: è richiesto infatti il carico/scarico manuale del pezzo da parte di un operatore. Il ciclo di decorazione avviene invece in modo automatico, dopo la ricezione di un comando di start dall'operatore.

La selezione del modello di macchina si basa principalmente sulla dimensione massima della grafica che si desidera trasferire, sul numero di colori (1, 2 o 4) e sugli ingombri del pezzo da decorare.
Le macchine di taglia più piccola sono molto semplici da utilizzare perché per funzionare richiedono unicamente l’alimentazione di aria compressa, generata ad esempio da un piccolo compressore. Non è invece richiesta l’alimentazione elettrica. Ciò è possibile perché i movimenti di tali macchine sono generati unicamente da attuatori pneumatici e la sequenza di funzionamento è gestita da una scheda a logica pneumatica. L’assenza di componenti elettrici rende questi modelli di macchina adatti a lavorare anche in ambienti con rischio di deflagrazione.
Per la macchina di taglia maggiore (TG250) è invece richiesta anche l’alimentazione elettrica.

Le principali caratteristiche delle macchine tampografiche delsa sono:

• Funzionamento semiautomatico
• Cambio colore e cliché in pochi secondi
• Rapida messa a punto e senza l'uso di utensili
• Costruzione robusta e verniciature a polvere resistenti ai solventi
• Impianti interamente pneumatici (6 bar)
• Totalmente antideflagrante
• Comandi estremamente semplici
• Cliché spinato per evitare problemi di registro
• Calamaio ermetico brevettato con anelli di raclatura in ceramica a due labbri, con vita lavorativa doppia
• Tampone intelligente, può stampare su qualsiasi livello (anche sotto il livello del cliché)
• Nei modelli multi-tampone: tamponi indipendenti che consentono successive timbrature anche su livelli diversi
• Macchina attrezzata e pronta per la stampa anche dopo lunghi periodi di inattività.



Macchine tampografiche